Anche io....come tante altre!

SOSTIENICI
Seguici
Vai ai contenuti

Anche io....come tante altre!

Associazione Y.A.N.A. You Are Not Alone
Pubblicato da Associazione in Testimonianze · 2 Dicembre 2023
Tags: TestimonianzeVittimediViolenza
UNA NUOVA CONOSCENZA, SENTIMENTI CHE SI ACCENDONO, IL PIACERE DI UN CORTEGGIAMENTO….
 
 
Ciao scusa se ti disturbo e se ho usato il tuo numero. Ti ho appena “incontrata” e mi piacerebbe conoscerti meglio se anche a te va. Se non vuoi dimmelo pure che cancello il tuo numero e non ti scriverò più.
 
 
 
 
“Ti voglio” dire che sei una gran bella persona non “solo” bella fisicamente... ma interiormente. So che magari dirò una cosa che dicono tutti ma a me interessa più ciò che hai dentro rispetto a ciò che sei fuori
 
 
 
 
... spero che la nostra diventi più di un'amicizia…
 
 
 
 
…che ne dici di quello che ho scritto?
 
 
 
 
…con me cmq puoi stare tranquilla
 
 
 
 
Puoi sfogarti ma soprattutto puoi sentirti protetta
 
 
 
 
“Mi piaci tanto e non solo da ieri”.
 
 
 
 
con me puoi e devi sentirti al sicuro. Per il momento siamo amici e rispetterò “il tuo” paletto.
 
La mia speranza è che, conoscendomi, possa nascere qualcosa.
 
 
 
 
starai benissimo con me. Se non dovesse “sbocciare nulla tra noi” saremo cmq amici
 
Anche se in amicizia vorrei conoscerti e farmi conoscere. È ben diverso farlo via messaggio/telefono piuttosto che parlare di presenza….
 
 
 
 
Sono una brava persona e voglio tutto fuorché farti del male.
 
Capisco la tua paura ma capirai che proprio con me non dovresti averne, devi solo darmi la possibilità di fartelo vedere e capire
 
 
 
 
Sei una donna fantastica e più ti parlo più me ne rendo conto
 
… se avrai bisogno per te ci sarò sempre
 
 
 
 
Ripeto (seriamente), mi piaci moltissimo e non ho intenzione di farti del male né ora né in futuro
 
 
 
 
Non te ne pentirai
 
 
 
 
E un'altra cosa.. ciò che finora hai visto di me... sono proprio io. Senza maschere e senza filtri o lati oscuri
________________________________________________________

 
 
Quante volte avete sognato e creduto a parole così … forti; perché, in effetti, cosa c'è di più bello nel sentirsi protetta tra le braccia di qualcuno…?
 
Questo credo, sia stato da sempre sia il mio sogno, che la mia più grande paura … già, paura. Cos'è che ci fa più paura? Cosa ci fa commettere i più grandi errori? Da cosa nasce quel senso di vuoto che ci prende alla pancia e che ci fa dire "non ce la faccio"?. A cosa sono dovute tutte quelle giornate no passate a piangerci addosso ed ad incolpare noi stesse di tutto? E tutti quei “se avessi fatto così…”, “se avessi taciuto…”, “è colpa mia…”.
 
La risposta è racchiusa in in una sola parola … la solitudine.
 
Ho sempre pensato che la cosa peggiore nella vita fosse rimanere soli, ma mi sbagliavo … la peggior cosa nella vita è stare con persone che ti fanno sentire sola - come disse Robin Williams.
 
Quanto riusciamo, noi donne, a essere cattive con noi stesse … non ci facciamo sconti e senza renderci conto, diventiamo il nostro peggior nemico.
 
Da qui nasce il mio bisogno di non restare sola.
 
Un giorno dopo l'altro, mattone dopo mattone, tra dei  ci sarò per sempre” e altrettanti “nessuno potrà mai farti del male accanto a me”, delle parole così calde hanno saputo abbattere quel muro che tutte noi ergiamo per proteggerci. Quanto sono come sono belli i primi momenti insieme? Una bellezza quasi preoccupante … a forza di pensare in negativo diventa difficile cogliere la bellezza di un sorriso; diventa problematica la nostra relazione con la felicità … non ci riesci più, non si è più capaci a essere … felici.
 
Poi succede che piano piano, senza renderti conto, affidi a lui tutte le tue risposte, cominci a dire “Ok, come vuoi tu…”, “pensaci tu…” e smetti di dire la tua opinione (ormai né chiesta e, soprattutto, nemmeno gradita) quando va contro di lui, il suo sapere e la sua autorità.
 
Provo ora a dire a me stessa una parola … dai, mi dico … ne hai il coraggio? Sei sicura che ti è concesso?dove è finito lo sguardo pieno d'amore ,come è possibile smettere di amare da un giorno all'altro? Semplice…non gli servi più sei diventata un fastidio, un peso e quel per sempre in cui avevi cosi creduto fa spazio a un vuoto.
 
Ecco che così ti ritrovi immersa nel silenzio; ti chiudi; diventi piccola ed  insicura di te stessa.
 
Non racconterò cosa mi è successo, ma cosa ho fatto per essere qui … oggi a raccontarvi di me. Vi dirò di quante lacrime  ho versato e quante ne verso ancora oggi e vi racconterò di quel peso e dolore che grava nel mio petto.
 
Ma se c’è una cosa che voglio dire oggi e che ho capito …  che non è colpa mia, non sono io sbagliata. Anzi, la sapete una cosa? … Io mi amo, tanto. Ho imparato a mettermi al primo posto.
 
E sì … oggi sono sola, sola e sola … ma la solitudine  mi fa meno paura , perché meglio soli che con chiunque.
 
Sento di voler esprimere un ringraziamento speciale  a [...omissis...] e a tutti coloro che ci sono stati e ci saranno per me.
 
Questa lettera la dedico alla persona più importante della mia vita… mia figlia.
 
Concludo urlando…."Non sono diventata ciò che mi hai fatto".
 
 
Io sono Vittima di chi diceva di amarmi…ed ora sono LIBERA!


Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
TI ASCOLTO:     + 39 328 69 81 819
Associazione Y.A.N.A. - You Are Not Alone
ODV - ETS
Sede legale:                                                                             
Via Fontana Rossa nr. 14
24058 Romano di Lombardia (BG)                                                                                         C.F: 93057600160  |   IBAN: IT24U0623052690000015219240
Tip
Torna ai contenuti